Marco Iannacone
MARCO IANNACONE (M3) - Biografia Sono nato a Monza il 29 febbraio 1964. Il   mio   approccio   alla   musica   risale   a   quando   avevo   10   anni.   Ne   sono sempre   stato   appassionato   e   innamorato.   Dalla   classica   (Albinoni,   Vivaldi, Mozart, ecc.) alla leggera ed al rock. Incominciai   a   prendere   lezioni   di   pianoforte   da   un   maestro   che   insegnava presso    le    Suore    dell'Immacolata.    Studiai    per    circa    4    anni    e    con    il trascorrere   degli   anni   sentivo   l'esigenza   di   cambiare   genere,   cosa   non tanto gradita al mio maestro. Incominciavo   a   sentire   altri   ritmi,   altre   melodie   e   sinceramente   il   repertorio di   classica   mi   andava   molto   stretto.   Alla   fine   smisi   di   prendere   lezioni   di piano   e   devo   riconoscere   oggi   di   aver   commesso   un   grave   errore;   se avessi   continuato   sicuramente   avrei   avuto   la   possibilità   di   spaziare   fra   i vari generi musicali a mio piacimento. Di   quella   esperienza   mi   è   rimasta   la   sensibilità   musicale   che   mi   porta   a commuovermi   ogni   qual   volta   sento   un   motivo   che   per   un   fattore   o   per l’altro   mi   ricorda   qualche   situazione   o   momento   particolare.   Si,   perche   la musica   è,   secondo   me,   l'unico   strumento   che   ti   permette   di   "volare"   con   la fantasia,   ti   può   sollevare   nei   momenti   di   sconforto   e   ti   porta   euforia   nei momenti   di   aggregazione.   Solo   con   la   musica   e   solo   con   te   stesso   ritrovi   il piacere e la tua dimensione. Smisi   sì   di   studiare   ma   di   tanto   in   tanto   mi   siedo   ancora   davanti   al   piano   e   suono   (male)   anche   per   ore   e   quando   smetto   provo un senso di leggerezza che solo la musica ti dà. Provai   anche   a   suonare   la   chitarra   ma   sinceramente   mi   resi   conto   che   non   era   il   mio   strumento   (anche   se   l’adoro   forse   ancor   più del   pianoforte).   Invidiavo   i   miei   amici   che   con   naturalezza   e   semplicità   intonavano   canzoni   e   brani   e   quando   provavo   io sembrava che stessi usando il manico di un badile. Mi   dilettavo   a   registrare   brani   dalla   radio   o   ascoltare   nastri   con   il   "mangiacassette"   e   fu   proprio   in   quel   periodo   che   nacque   a Soresina RCL 26. Io la conoscevo per sentito dire ma mi sarebbe piaciuto andare a vedere come funzionava. Ricordo   come   fosse   ieri   la   prima   volta   che   entrai   in   radio.   Era   un   tardo   pomeriggio   di   fine   giugno   del   1980.   Le   prime   persone   che vidi   entrando,   erano   Paolo   Moro   e   Marco   Migliorini   e   in   sala   trasmissioni   il   mitico   Walter   Spinetta   e   alla   consolle   Lorenzo   Rossetti che stavano trasmettendo. Rimasi affascinato! Quando   Lorenzo   ebbe   finito   di   trasmettere   mi   chiese   se   volevo   provare   a   fare   la   regia.   Non   mi      feci   scappare   l'occasione.   Iniziai a   trasmettere   negli   orari   in   cui   non   c'erano   programmi   con   conduzione   cioè   dalle   14:00   alle   17:00.   Più   tardi   passai   a   coordinare la   regia   un   po'   a   tutti,   in   particolare   a   Marco   Migliorini   (M2).   Quando   poi   frequentando   più   assiduamente      RCL   26   ebbi   modo   di conoscere   meglio   Walter   e   Marco   Biondi   cercai   di   apprendere   da   loro   il   più   possibile   ma   chi   naturalmente   mi   ha   insegnato   tutto quello che so è stato Lorenzo Rossetti, uomo di “grande pazienza”. Poi,   un   pomeriggio,   arrivando      alla   Torre   Civica,   che   era   appunto   la   sede   di   RCL   26,   mi   dissero   che   la   radio   aveva   chiuso   i battenti e fu per me un dramma che ancora ricordo. Il   tempo   passa   ma   la   passione   per   la   musica   e   per   la   radio   è   rimasta   immutata.   Quando   qualche   mese   fa   su   facebook   Paolo Moro   mi   ha   aggiunto   agli   amici   del   Gatto   Verde   e   RCL   26   ho   rivissuto   i   vecchi   tempi   rivedendo   tutte   quelle   persone   che,   anche   a causa del mio lavoro che mi porta sempre in giro, non avevo più rivisto. Poco   tempo   fa,   sempre   l'immenso   Lorenzo,   ha   dato   vita   a   questo   sito   che   spero   porti   ancora   delle   belle   novità   a   tutti   noi   che amavamo (e amiamo) RCL 26. Marco Iannacone
RCL26 č parte del network Radionomy.com che assolve a tutti i diritti d’autore, editoriali e fonografici.
  © RCL26.it - 2017  Email: info@rcl26.it